starswebtv.com

WEB TV
STARS
STARS
WEB TV
Vai ai contenuti

Paure e Fobie

starswebtv.com
Paure e Fobie
 
Oggi parliamo di paure e di fobie.
A chi di voi non è mai capitato di provare un vero e proprio terrore nei confronti di qualcosa pur non riuscendo a darsene una spiegazione? Per esempio, l’altro giorno, un forte temporale ha messo a dura prova i miei nervi al punto tale da scatenare le mie più recondite paure e spingermi a rinunciare ad andare al lavoro. Si chiama “Ceraunofobia” (dal greco keraunós, fulmine, e phobos, paura), la paura dei fulmini durante i temporali ed è comune nell’essere umano, specialmente tra i bambini ma anche presente nei cani e nei gatti. Poiché sono entrata nella sfera dell’età adulta da un bel po' di anni, ho pensato che magari sono stata un gatto nella mia vita precedente! J
Scherzi a parte, le fobie vanno riconosciute e curate, talvolta anche ricorrendo ad un supporto psicologico, soprattutto nei casi più gravi. Analizziamo da vicino i sostantivi paura e fobia.
Paura: emozione primaria, innata, universale, presente in tutti gli esseri umani in quanto geneticamente determinata, che ci permette di rispondere in maniera automatica ed immediata ad uno stimolo, preparando il nostro corpo a reagire in modo adeguato, a prendere decisioni, ad apprendere e quindi a ricordare, ciò che abbia una valenza negativa. La paura ha un valore adattivo cioè la sua funzione è quella di avvisarci di un pericolo, portandoci a rispondere immediatamente in modo efficace. L’emozione paura ci guida nelle scelte, si lega al ricordo del pericolo per richiamarlo quando necessario e aiutarci a sopravvivere. Le reazioni davanti ad uno stimolo pauroso sono fondamentalmente: attacco o fuga ma ci sono anche l’immobilità, come per esempio davanti ad un animale pericoloso o la finta morte, o svenimento, davanti ad un evento traumatico.
Fobia: è una manifestazione emotiva intensa, persistente, duratura, una paura sproporzionata rispetto a qualcosa che non rappresenta un vero pericolo ma viene percepito come tale, ad esempio, la “Cinofobia”, o paura irrazionale dei cani. Lo stato d’ansia che ne deriva è incontrollabile e chi la prova, mette in atto una serie di comportamenti utili a fronteggiare la situazione. I sintomi che ne scaturiscono sono: tachicardia, vertigini, disturbi gastrici, senso di soffocamento, ecc. L’ansia porta ad evitare l’oggetto o la situazione che fa paura, provocando disagio e compromettendo la qualità della vita dell’individuo fobico.
Qual è la differenza tra paura e fobia?
La paura nasce di fronte a un pericolo ben individuato nella sua natura e circoscritto nello spazio e nel tempo ed è proporzionale al rischio cui si è consapevoli di essere esposti, come per esempio la paura che ci assale quando ci troviamo improvvisamente di fronte ad un cane randagio che si mostra aggressivo e quindi pericoloso per la nostra incolumità.
La fobia si crea quando una paura è determinata da una situazione percepita come pericolosa che provoca ansia ingiustificata, ad esempio nel caso della paura di tutti i cani, anche del cucciolo del vicino che ti corre incontro per farti le feste. Al contrario della paura non è proporzionale al rischio cui si è consapevoli di essere esposti. La fobia si mantiene nel tempo per il processo mentale e comportamentale chiamato “evitamento”. Pertanto, chi soffre di una fobia, organizza la propria vita in modo tale da evitare il più possibile il contatto con l’oggetto o la situazione temuta.
In conclusione, le fobie sono molto più gravi ed invalidanti delle paure e nonostante la maggior parte delle persone ne riconoscano l’irrazionalità, non sono in grado di controllare le proprie reazioni se ne sono sopraffatte.
Qui di seguito, trovate una lista delle fobie più comuni; hanno tutte dei nomi particolari, derivate perlopiù dal greco antico. In quali vi riconoscete e soprattutto, come reagite quando vi imbattete nell’oggetto o in una situazione per voi altamente ansiogena? Fuggite o mettete in atto una serie di comportamenti atti a contrastare o ad evitare il “mostro”? Attendo vostri consigli e suggerimenti mentre il cielo si sta pericolosamente rannuvolando, promettendo un pauroso temporale.
Agorafobia: intensa paura dei luoghi aperti o affollati
Claustrofobia: paura degli spazi ristretti.
Aracnofobia: paura dei ragni
Nosofobia: paura di sviluppare possibili malattie
Tripanofobia: paura di aghi ed iniezioni
Acrofobia: paura dell’altezza
Aerofobia: paura di volare
Tanatofobia: paura della morte
…e per finire con un sorriso, una fobia rara:
Hipopotomonstrosesquipedaliofobia: paura delle parole lunghe!

 
Napoli 24/10/2021
Articolo a cura di Tiziana Del Giudice
Foto di Tiziana Del Giudice



by Umbysite
STARS WEB TV
sede via A. e L. sementino 13
NAPOLI
starswebtv@gmail.com
STARS WEB TV è una testata giornalisitca registrata presso il tribunale di Napoli al n. 14 con decreto emesso in data 23/07/2020
Torna ai contenuti